Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Palazzo Poggi

L'Istituto delle Scienze 

Le Costituzioni approvate il 12 dicembre 1711 sancivano la nascita a Bologna dell’Istituto delle Scienze. Un progetto ambizioso e originale, quello ideato dal generale Luigi Ferdinando Marsili (1658 – 1730), volto a contenere entro le stanze di un’antica dimora senatoria l’intera enciclopedia del sapere scientifico moderno.

La nuova destinazione di Palazzo Poggi comportò una serie di lavori architettonici: la costruzione dell’osservatorio astronomico (la Specola) e l’aggiunta di un edificio destinato ad accogliere la biblioteca.
Una sequenza di laboratori, gallerie, officine disposti nei due piani del palazzo facevano dell’Istituto, fin dalla sua origine, non solo un luogo di discussione analogo a quello di molte altre accademie scientifiche, ma anche, cosa più rara, la sede ove sperimentare le scienze. È a questo principio che l’ideatore dell’Istituto delle Scienze si mantenne fedele quando mise mano alla sua opera.

Fu Prospero Lambertini, prima come arcivescovo di Bologna poi come papa Benedetto XIV a sostenere e rilanciare nell’Europa dei Lumi l’impresa di Marsili.

Quella che era stata la “mensa colta e ospitale” del cardinale Poggi, la marsiliana “Casa di Salomone”, l’arca di una nuova alleanza tra fede e scienza propiziata da papa Lambertini, si accingeva a diventare, nella stagione successiva, aperta dalle riforme napoleoniche, il luogo per la definizione di nuove mappe del sapere.

 

 

 

Museo di Palazzo Poggi- Via Zamboni 33 - 40126 BOLOGNA - P.iva: 01131710376 Credits